PAURA DI SEPARARSI PER I FIGLI

HA SENSO RIMANERE INSIEME PER NON FARLI SOFFRIRE?

“Sono Claudia, la mamma di due bambini di tre e cinque anni.

Con mio marito le cose non vanno bene: restiamo ancora insieme solo per i figli.

Sento che non è giusto sacrificare la mia vita con un uomo che non amo, però ho paura di fare del male ai miei figli portandoli via separandomi dal padre ed allontanandoli dalla quotidianità con lui.

Cosa fare?”
 

Gentile Claudia, comprendo la tua difficoltà: devi prendere probabilmente la decisione più difficile della tua vita proprio quando sei più confusa. Senti che devi cambiare, ma non vuoi fare del male a chi ami di più: i tuoi figli.
Ti dico ciò che ho imparato in questi 10 anni di professione dai miei assistiti:

1.   I figli non devono avere il compito di mantenere insieme una coppia

Sarebbe un fardello troppo pesante ed ingiusto per loro!

I genitori infelici sacrificano invano le loro vite e si appoggiano ai propri figli, che diventano il centro delle loro pretese affettive.

2.   Stare insieme “solo per i figli” è un alibi

Spesso questa è una scusa accettabile rispetto ad altre motivazioni, come la paura di rimanere soli.

3.   I figli apprendono messaggi sbagliati

Potrebbero pensare di essere la causa dell’infelicità dei genitori, che stanno ancora insieme per colpa loro; oppure di on aver diritto ad una propria autonomia perché hanno l’obbligo di rimanere con chi si è “sacrificato” per lui. Anche perché hanno appreso che l’amore, forse, non è poi molto importante

Purtroppo non è possibile separarsi senza che i propri figli soffrano. E’ inevitabile.

MA SOFFRIREBBERO DI PIU’ se i genitori continuassero a stare insieme “per forza”.

Dovrete spiegare ai vostri figli la situazione, accogliere il loro dolore, aiutarli a credere che anche se nella vita accadono situazioni difficili, si possono superare.

La famiglia cambierà, ma loro continueranno ad essere figli amati.

Avv. Antonietta Clemente

Hai bisogno di un consiglio? Vuoi farmi una domanda?

MANDAMI UN WHATSAPP.
Sarò lieta di risponderti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *